giovedì 13 settembre 2007

Strudel salato alla Pizza

Non è bello nè tipico come le Scacce Ragusane di Staximo, ma a giudicare dalla velocità in cui è sparito dal piatto penso che lo strudel salato in MdP sia da... approfondire con ulteriori variazioni sul tema.

Facendo una focaccia ho avanzato un po' di impasto lievitato (Arturo eseguito con il programma "Impasto e lievitazione"). Tranquilli, non avevo sbagliato i conti ;-)

Quindi ho pensato di fare un semplicissimo strudel salato che ricordasse la pizza, senza accendere il forno.

L'idea originale era di farcirlo con mozzarella ben sgocciolata, pezzi di pomodoro asciugati in padella, acciughe e origano. Deidratare gli ingredienti è importante quando si usano come farcitura in un impasto chiuso.

Poi, vuoi perché non avevo mozzarella, vuoi perchè ero in ritardo e non avevo tempo di passare gli ingredienti in padella, e sotto sotto anche per scioccare i commensali con un sapore ancor più deciso, ho dirottato verso una cosa più gagliarda:

  • formaggio fresco;
  • acciughe sott'olio ben strizzate nella carta assorbente;
  • olive naturali in salamoia lasciate a dissalare a bagno per almeno una mezz'ora e disossate;
  • una riga di doppio concentrato di pomodoro;
  • origano.
Per agevolare l'arrotolamento, ho steso la pasta su un pezzo di carta-forno ben infarinata.

Volendo ottenere un ripieno racchiuso dall'impasto (v. foto in basso) ho distribuito la farcia lungo un lato della pasta (v. foto a sinistra). Se invece si vuole ottenere una spirale di pasta farcita con il ripieno, si distribuisce la farcia su tutta la pasta lasciando liberi i bordi ed in questo modo la pasta appare a spirale anche all'interno.

La preparazione è stata veloce, non ho surriscaldato la cucina con il forno, i commensali sono stati soddisfatti. Missione compiuta.

Inutile dire che con questa tecnica ci si può sbizzarrire con le farciture. Sto già pensando a provola affumicata e zucchine.

3 commenti:

Francesca ha detto...

per quanto tempo lo hai fatto cuocere in mdp? Che programma di cottura hai usato? Hai tolto la paletta dell'impasto? Fine dell'interrogatorio :-)

Piero ha detto...

Ciao Francesca, farcia a parte, la preparazione è la stessa dello strudel di mele e cannella e di quello di pere e cioccolato.
Programma di sola cottura (n. 12 da 1 ora nella BM3983) lasciato andare fino in fondo. La semola di grano duro tiene molto bene la cottura anche prolungata.
Per la paletta l'ho tolta prima della cottura, visto che fra impasto e cottura devi tirar fuori la pasta per stenderla e poi rimetti dentro lo strudel già formato.
In pratica impasti con la MdP, stendi e farci a mano, cuoci in MdP.
E' velocissimo da fare e soprattutto d'estate consente di non accendere il forno in cucina.

Francesca ha detto...

grazie mille, ora mi è tutto più chiaro.