domenica 2 settembre 2007

Che yogurtiera scegliere?

Avere una yogurtiera non è strettamente indispensabile per farsi lo yogurt in casa, tuttavia secondo me alla lunga ci semplifica la vita diminuendo la probabilità di acquistare lo yogurt industriale.

Se la temperatura ambiente è adatta, l'ideale sarebbe almeno 30-35° il che da noi succede solo d'estate, lo yogurt si può ottenere semplicemente mescolando il latte e l'innesco in una caraffa (o vasetti) e attendendo il tempo necessario. A seconda della temperatura ambiente potrebbero servire da 12 a 36 ore.

Se per motivi di orgoglio personale non vuoi proprio acquistare una yogurtiera, o se la tua si è guastata la notte di Natale e non puoi fare a meno di svegliarti a S.Stefano iniziando la giornata con il tuo yogurt preferito, puoi provare usando una pentola con il metodo di FrancescaV, o nel forno con il metodo di Gennarino, o anche preriscaldando il forno a 50°, spegnendolo e mettendovi caraffa/vasetti per il tempo necessario tenendo accesa la lampada del forno, o ancora mettendo latte a 45° e innesco in un buon thermos ben chiuso e sbattendo prima di attendere il tempo necessario.

Considerato che una yogurtiera domestica serve solo a tenere l'interno a 40-45° per alcune ore, non serve che sia uno strumento di precisione o dotato di sofisticati circuiti elettronici. E' sufficiente che sia un contenitore isolato con una piccola resistenza all'interno. Non serve che abbia automatismi e nemmeno l'interruttore di accensione. Se il tuo barattolo preferito non ci sta in altezza o ti si rompesse il coperchio di plastica in dotazione, puoi sempre infilare un sacchettino sopra la yogurtiera. Come ha detto Henry Ford "Quello che non c'è non si rompe".

Io ne ho una a caraffa costata 13 Euro al supermercato, consuma solo 9 Watt, e non ha nemmeno l'interruttore di accensione. Funziona benissimo.

C'è chi si trova meglio con quelle a caraffa, vanno bene anche quelle a vasetti. Ciascuna ha pregi e difetti, eccone alcuni così puoi scegliere quello che ti è più utile.

A vasetti:

  • Lo yogurt è già diviso in parti, se non riesci a trattenerti davanti ad un barattolone di yogurt i vasetti potrebbero essere una buona soluzione.
  • Puoi mangiare uno yogurt dal vasetto con un cucchiaino che avevi già portato alla bocca.
  • Un vasetto lo puoi prendere dal frigo, mettere in borsa e portare al lavoro.
  • I vasetti li infili più agevolmente nei piccoli spazi del frigo.
  • La yogurtiera in genere è fatta per usare i suoi vasetti, che inevitabilmente prima o poi si rompono. Puoi acquistare dei vasetti di ricambio, ma ti spennano, e sostituirli con altri generici potrebbe non essere facile.
A caraffa:
  • Per prendere un po' di yogurt dalla caraffa devi usare SEMPRE un cucchiaio pulito. Una volta leccato non lo puoi più inserire nello yogurt della caraffa, specie se avanzerai un po' di yogurt da usare come innesco.
  • Nella yogurtiera che ho io non è indispensabile usare la sua caraffa, anzi, io non la uso quasi mai. Quello che uso più spesso è un barattolo Bormioli con tappo ermetico (facile da lavare, comodissimo, igenico, scorta e ricambi costano poco e sono reperibili ovunque), a seconda della quantità di yogurt che mi serve, uso quello da litro o più piccoli. Si possono usare due barattoli piccoli messi uno sopra l'altro. Oltre ai Bormioli, si può usare qualsiasi barattolo di vetro con tappo, come quelli riciclati dai bagordi di sott'aceti, naturalmente dopo averli lavati a perfezione per togliere qualsiasi odore o traccia del loro glorioso passato.
  • Il formato più diffuso del litro di latte UHT ci sta direttamente in yogurtiera, così il contenitore è sicuramente sterile e non si sporcano barattoli. Basta tagliare il bordo superiore del cartone, togliere un po' di latte per far spazio allo yogurt “madre”, mescolare bene e infilare il cartone nella yogurtiera.
  • Non che sia faticoso mettere 8 barattolini in frigo, ma se c'è spazio a sufficienza è più semplice mettere un unico barattolo ben chiuso.
  • E' più figo offrire agli ospiti una coppa di frutta guarnita di yogurt autoprodotto mettendo in tavola un bel Bormioli da litro, piuttosto che trafficare con i vasetti.
  • Se lo mangi con aggiunte (frutta, fiocchi di cereali, miele, confetture, ecc.) devi comunque usare una tazza, tanto vale evitare di dover lavare anche un vasetto.
Detto ciò, non voglio scatenare una guerra di religione. Ciascuno provi e faccia la propria scelta.

29 commenti:

Francesca ha detto...

certo che se la yogurtiera che hai comprato tu costa così poco c'è da farci un pensierino. Il super dove l'hai trovata? Ottimo post!

turyddu ha detto...

ciao, ho notato che abbiamo la stessa semplice yogurtiera, ma la mia evidentemente non funziona! e grazie a te ho cpaito che non sono io una schiappa, ma lei che resta fredda mentre invece dovrebbe riscaldarsi, vero?

Piero ha detto...

@turyddu
La yogurtiera DEVE scaldare, seppure poco. A regime, dopo qualche ora di funzionamento a coperchio chiuso, all'interno ci dovrebbero essere circa 45°.
Se sono più di 50° o meno di 40° non va bene.

Anonimo ha detto...

sono mesi che cerco una yogurtiera come la tua, ma trovo solo quelle con i vasetti. io invece vorrei proprio quella con il grande vaso unico. dove l'hai trovata?
grazie
benedetta

Piero ha detto...

Ciao Benedetta, la yogurtiera come la mia (Supermercato Auchan, 13 Euro) si trova anche su ebay, c'è bianca o nocciola: http://search.ebay.it/yogurtiera
La si trova in giro con marchi diversi, ma è sempre la stessa.

Anonimo ha detto...

Ho comprato la yogurtiera del ns. amico, l'ho trovata in un supermercato con lo sconto del 50% (€ 6,59)... ma ho sbagliato qualcosa perchè il 1° tentativo non è andato a buon fine.
1) latte Granarolo fresco alta qualità;
2) 250 gr. di yogurt naturale fresco;
3) scaldato il latte;
4) amalgamato (ben bene) con lo yogurt;
5) messo per 12 ore nel mio nuovissimo e pulitissimo "MAX";
Conclusione: risate a crepapelle di mia moglie e delle figlie... una figura... Ritenterò!
Saluti,

Anonimo ha detto...

Ho ritentato... per la prova precedente avevo usato latte troppo caldo.
Stavolta è andato tutto ok ed ho ottenuto un ottimo yogurt...
Grazie,
Felix

Anonimo ha detto...

ciao a tutti! Ho acquistato una yogurtiera " a vasetti " pagandola 9,70 euro e la prima produzione è stata ottima! Ho usato come starter lo yogurt vialactis intero della coop con 5 fermentici e come latte lo zymil a temperatura ambiente. Li ho mescolati bene, messo il tutto nei vasetti e via per 12 ore,poi fatti raffreddare e in frigo! Ottimo. ciao!

Anonimo ha detto...

Ho acquistato la stessa yogurtiera Max e ho fatto vari tentativi... risultato: niente yogurt e sprecati 2 litri di latte. Nella mia yogurtiera la lucetta si accende ma la temperatura non aumenta affatto, domani la riporto indietro sperando che me la cambino. L'ho pagata solo 10 euro ma non ho voglia di rimetterci.

saledolce ha detto...

Ho fatto un giro per una yogurtiera come la tua, e su ebay non ho trovato nulla sotto i 25 euro. Più spedizione.;)

Fermo restando che a quella cifra se la tengono,avete mica un link da suggerirmi, anche in pvt, per un eventuale acquisto online?

p.s.
Oppure mi arrendo a quella a vasetti, quelle invece si trovano facile e te le tirano dietro intorno alla decina di euro...

laura ha detto...

noi non usiamo una yogurtiera:
facciamo lo yogurt con la madre, a 40°. lo mettiamo nel barattolo da 1, 8 litri di vetro, lo attapiamo poi lo mettiamo in un vestitino fatto a posta di lana, 2 stati(cosi si isola bene), poi mettiamo il tutto dietro il frigo dove è caldo. per adesso ha sempre funzionato, anche con tanto freddo fuori...

Anonimo ha detto...

Ho anch'io la stessa yogutiera della foto e mi ci trovo benissimo, ma non riesco a capire cosa serva quel disco giallo forato(e rotante) che sta sul coperchio esterno della macchina..

sora lella ha detto...

Sono molti anni che ne uso una come nella foto e mi viene una meraviglia così:
1 lt di latte sul fuoco basso basso rigirandolo per almeno 45 minuti (lo metto da parte alla cucina economica a legna d'inverno)
1 vasetto yogurt naturale con 2 bacilli
lascio intiepidire il latte (prova con "dito") verso lo yogurt a temp. ambiente nel vaso e colo sopra il latte piano girando con un cucchiaio di plastica tutto rigorosamente pulito.
Metto nella yogurtiera alla sera e lo traferisco in frigo al mattino dopo.
E' un "budino" meraviglioso!
provare con un po' di caffè espresso o marmellate varie

Anonimo ha detto...

Io ho una vecchissima Yogomatic uguale uguale a questa: http://3.bp.blogspot.com/_o_TliSe7QSY/SZWs-05olAI/AAAAAAAAAA0/csWybZREVD4/s1600-h/IMGP0771.JPG
Comprata nel 1970 da mia madre, io sono fiera di averla ereditata, non ha mai smesso di funzionare... mitica!!! Funziona anche la mia con qualsiasi barattolo di vetro ma io uso ancora quello originale del 1970.
buon yogurt a tutti! Paola

Mario ha detto...

COl latte UHT della granarolo non mi esce bene, ho provato più volte. Mi esce filante il che significa che è "contaminato" da stafilococchi o come si chiamano. Ve lo socnsiglio. Potrei presuporre che nel latte granarolo ci siano traccie di antibiotici. Ma non spetta a me giudicare. Altre marche non mi hanno mai dato problmi. COnsiglio il latte ad "alta digeribilità" che da un gusto dolciastro e piacevole. RICORDO: YOUGURT FILANTE FA MALE!

Mario ha detto...

Io ho una yogurtiera girmi e invece dei 7 vasetti (ingombranti e scomodi) metto dentro un contenitore in plastica da un 1.3 litri e dentro verso latte e yogurt attivo. Poi quando finisco prendo (tutto con la massima igiene per evitare contaminazioni)una parte di yogurt da usare come base per il prossimo e la conservo nel vasetto ermetico, nel frigo. Invece il contenitore lo chiudo e lo metto nel frigo dopo aver messo 80 gr di zucchero ( a caldo così si scioglie presto) E devo dire che lo faccio in pochissimo tempo visto che mi sono fatto la mano. IL latte UHT non necessita bollitura. E' già microfiltrato e bollito.

Anonimo ha detto...

ciao qualcuno ha la yogurtiera easiyo? grazie catia

Anonimo ha detto...

ho comperato la yogurtiera easiyo con tutti i gusti in offerta a 40 euro più SS.
Lo yogurt, devo essere sincera, mi aspettavo che avesse un gusto più particolare...ma cmq è bello denso e buono...fa un po' senso perchè "fila" nel senso che quando lo trasferisco dal contenitore al bicchiere sembra quasi formaggio filante...:-) però lo consiglio specialmente a chi ama lo yogurt come me

Barbara ha detto...

ciao a tutti, io ho la yogurtiera della Girmi, quella con i 7 vasetti,che ormai sono rimasti 2!!! gli altri li ho sostituiti con dei vasetti in vetro di yogurt comprati al supermercato e per chiuderli uso la pellicola trasparente; sono tutti diversi, ma lo yogurt viene e l'importante è questo!

Flavia ha detto...

Grazie. Dopo avervi letto ho deciso che voglio la Yogrtiera con un unico grande vaso... ora mi resta solo il compito di trovarla!!!

normix ha detto...

barattolone unico tutta la vita!!! avete dimenticato di scrivere quanto è menoso lavare i vasetti, forse perchè avete la lavastoviglie...

Anonimo ha detto...

E' uguale a questa?
http://www.eprice.it/yogurtiera-DCG%20ELECTRONIC/d-2959709

Grazie!
Miki.

Enrica ha detto...

Finalmente sono riuscita a trovare la mitica yogurtiera a caraffa identica a quella di Piero, ma bianca con i bordi rosa. L'ho pagata € 25.90. Forse un po' caruccia, ma la volevo proprio così :-). Farò al più presto le prove.
A presto!
Enrica

SilviaBlogger ha detto...

Io uso la Girmi con i 7 vasetti.
Con i vantaggi credo ci sia un vantaggio interessante: si sa esattamente quanto yogurt si consuma! E poi, a chi dice che i vasetti son scomodi perché van lavati, ma chi usa il monocontenitore poi lo yogurt come lo mangia? Non lo mette forse in un bicchiere o coppetta che poi va comunque lavata?
Io lo faccio da due anni da un unico yogurt capostipite.
Se volete vedere il mio rapido procedimento vi invito sul mio blogghino:

http://silviabloggerincucina.blogspot.com/2011/11/il-mio-yogurt-fatto-in-casa.html

Ciaooo e buono yogurt!!! Venitemi a trovaree

Antonella ha detto...

Ciao a tutti, faccio una domanda forse un po' sciocca: nelle yougurtiere a vasetti è possibile utilizzarne meno della capienza massima? Non riesco a trovare quella a caraffa, io vivo da sola e non so se riesco a consumare la quantità prodotta... Grazie, Antonella

Unknown ha detto...

quelli che non ti servono riempili d'acqua altrimenti rischia di surriscaldarsi troppo

Anonimo ha detto...

Che bello, non credevo di poter trovare tante amiche in rete soltanto per cercare una yogurtiera.
Comunque a me servono tutti i vostri consigli ed esperienze perché ho intenzione di comperare una yougurtiera ma non so proprio come funzionino.
Grazie di tutte le informazioni ! A presto Monica

Anonimo ha detto...

ciao......anke io ho preso quella della easiyo.......mi trovo bene e mi piace.....e ci faccio tante cose ve la consiglio

yogurtiera ha detto...

La temperatura deve essere compresa tra 40 e 45 gradi per attivare i fermenti in modo ottimale.