giovedì 26 luglio 2007

Pane veloce al curry (versione 1.0)

E' un pane che accompagna con un sapore gradevolmente esotico verdure cotte, carni stufate e formaggi. E' ottimo per dei toasts un po' fuori dal solito. La ricetta di partenza è quella del mio classico pane di grano duro, ma questa volta avevo fretta e non potevo presidiare il pane, per cui ho dovuto usare la lievitazione diretta. Nulla vieta di farlo con il lievito naturale.

Per un pane da 750 gr "finito" mettere nella vaschetta, in quest'ordine:

  1. 350 gr di acqua (di rubinetto).
  2. 20 gr di olio extravergine di oliva. L'olio non è indispensabile, io di solito ne metto almeno 10 grammi perché migliora il sapore del pane, lo rende più morbido, e lo fa durare di più.
  3. 550 gr di semola rimacinata di grano duro.
  4. 12 gr di sale fino e 6 gr di zucchero (in un angolo della vaschetta).
  5. 20 gr di lievito di birra fresco sbriciolato nell'angolo opposto a quello del sale. Apoteosi della fretta, l'ho "scorticato" nella vaschetta direttamente dal cubetto congelato.
  6. Un cucchiaino colmo di curry (in un altro angolo). Questo non l'ho pesato, anche perché vi sono migliaia di tipi di curry, più o meno saporiti, e la quantità va regolata di conseguenza. Io ho usato il "Curry Saporito" del Commercio Equo e Solidale. Sulla quantià del curry credo ci siano ampi margini di tolleranza, in pratica il pane viene buono comunque :)
  7. Mettendo gli ingredienti in questa sequenza si può tranquillamente programmare il timer per l'avvio ritardato.
  8. Peso: 1 Kg (non è vero, ma a me piace ben cotto).
  9. Crosta: scura (se previsto dalla macchina).
  10. Programma: "Standard Veloce" (nella BM3983 è il n.1 con in più la "clessidra").

Varianti:
  • La maggior parte delle ricette di pane al curry che ho visto in giro fa uso di farina "0" e burro. A me piace la semola di grano duro, e con la semola mi piace l'olio extravergine di oliva. Il mio colesterolo ringrazia.
  • Per provarne una versione più morbida e "burrosa" la prossima volta proverò ad aggiungerci del latte in polvere.
  • Se piace più compatto, si può ridurre il lievito fino a 10 gr, in questo caso conviene usare il programma "Standard" normale invece dello "Standard Veloce".

2 commenti:

Beatrice ha detto...

Provata ieri sera con la Fornarina nuova nuova..
Ho messo il programma veloce (1h e 40 in tutto).. non ha lievitato molto ma il pane era discreto.. migliorabile.. magari riprovo col ciclo normale! Ah.. però va detto che ho usato il lievito Mastro Fornaio quello nella bustina insomma..

Grazie cmq per lo spunto!

Piero ha detto...

Il programma veloce della mia BM3983 dura 2 ore e mezza, il tuo è addirittura supersonico!
Anch'io proverei con il programma standard, comunque per valutare che programma usare puoi confrontare i programmi della fornarina con quelli della BM3983 che trovi nella tabella programmi fra i ricettari (link a destra).
L'importante è "centrare" la lievitazione, ovvero usare un programma che consente all'impasto di svilupparsi nè troppo poco nè troppo tanto.