martedì 9 ottobre 2007

Ho un'allergia al latte vaccino, come posso fare?



Lo yogurt dallo al cane, oppure affidati ad uno specialista allergologo.


Nei casi non gravi, come quelli che abbiamo dovuto affrontare in famiglia e che sono piuttosto frequenti, è possibile avvalersi di alcune considerazioni di buon senso, come quelle che seguono.

Intanto è importante distinguere le allergie vere e proprie dalle intolleranze alimentari più o meno gravi. In caso di allergia non sono tollerate nemmeno quantità infinitesimali dell'alimento incriminato, invece nei casi di intolleranze i limiti sono più flessibili.

Lo yogurt si può fare con qualsiasi tipo di latte di mammifero, compresi quelli di capra, pecora, bufala, asina, cammella, gnu, yak, lama, bisonte... :-)
Chissà quanto denso verrebbe lo yogurt fatto con il latte di balena!
Con un po' di pazienza si riesce a fermentare persino il latte di soia.

Oltre al latte, almeno le prime volte servono i fermenti. I fermenti in se non hanno niente a che fare con il latte, se non il fatto che si usa il latte per “coltivarli”. In caso di intolleranze non gravi si possono usare fermenti di colture vaccine, ma in caso di allergie è necessario usare fermenti provenienti da colture assolutamente esenti dall'allergene.

Per fare alcuni esempi, ci si può fare lo yogurt di capra in vari modi, a seconda delle esigenze:
  • Per intolleranti non gravi: usando latte di capra e come innesco uno yogurt vaccino, probiotico o meno.
  • Per intolleranti più sensibili: usando più volte successivamente la tecnica dello yogurt di riporto, in modo da ridurre via via il contenuto di derivati vaccini. Usando il 5% di innesco, il quarto yogurt conterrà meno dello 0,00001% di latte vaccino. Ricorda che usando lo yogurt di riporto diventa fondamentale essere paranoici sull'igiene della preparazione.
  • Per allergici: usando latte di capra e come innesco uno yogurt naturale di capra (iniziano a trovarsi nei maggiori supermercati,) verificando sperimentalmente che non contenga allergeni.
Nota: i fermenti che vendono in farmacia spesso sono coltivati e conservati in latte vaccino, quindi è importante leggere l'etichetta.

Il latte di capra UHT spesso è addizionato di E339ii (fosfato disodico, usato come stabilizzante), che ostacola la compattezza dello yogurt.

2 commenti:

Lenny ha detto...

Ho letto distrattamente da qualche parte che il latte d'asina è particolarmente indicato per i soggetti allergici, anche in tenera età. Sarebbe quindi anche indicato perprodurre un buon yogurt.

Piero ha detto...

Ciao Lenny, credo di sì. Il latte di capra ha il vantaggio che si trova UHT nei supermercati.