giovedì 23 agosto 2007

Yogurt: iniziamo a parlarne?

Farsi lo yogurt in casa è in pieno stile "ovosodo", ovvero qualcosa di semplice per vivere meglio, risparmiando tempo e denaro.

Gli appunti che raccoglierò qui sono dedicati soprattutto a chi lo yogurt non se lo sta ancora facendo, sperando che siano di stimolo a provare le gioie e i piaceri dello yogurt veramente naturale e veramente "vivo". E forse anche qualche veterano ci potrà trovare qualcosina di interessante.

Per chi volesse iniziare ad informarsi, ecco alcuni indirizzi da cui partire:

Per quanto riguarda me, sempre restando sul pratico, vedremo:
  • Perchè farsi lo yogurt.
  • Come scegliere un buon yogurt al supermercato.
  • Cosa serve per cominciare.
  • Come farlo la prima volta.
  • E come farlo la seconda...
  • I principali difetti dello yogurt autoprodotto.
  • Che fermenti utilizzare?
  • Probiotici: mito o realtà?
  • ...
Più tutti gli argomenti che scaturiranno da esperienze e osservazioni mie e di chi mi legge.

Sono appunti che sto scrivendo nei momenti liberi, e che inizierò a pubblicare prestissimo. Poi, dopo il consolidamento conseguente ai commenti di familiari, amici, colleghi e lettori, li raccoglierò in un manuale come per il pane: "Il mio yogurt" (però, che fantasia!).

Lo yogurt fatto in casa ci sta dando grandi soddisfazioni, a chi per risolvere intolleranze e altri problemi intestinali (abbiamo imparato a fare un eccezionale probiotico di capra con il latte appena munto), a chi per gli aspetti dietetici (chi non ha qualche chiletto sulla coscienza?), ai figli che lo trovano migliore di quello comperato, e al portafogli che viste le quantità industriali che
consumiamo risparmia almeno una decina di euro al giorno, moltiplicato per 365 viene una bella vacanza gratis!

5 commenti:

Francesca ha detto...

che bello! Fammi sapere quando pubblicherai i tuoi appunti, mi farebbe piacere ospitarli nella sezione speciali, come quelli sul pane (ah proposito devo aggiornarli con il file nuovo). Anche sul mio blog si è parlato dello yogurt fatto in casa

Piero ha detto...

Ciao Francesca, cercando di yogurt fatto in casa è impossibile non vedere la tua pagina :-)
Hai usato un metodo molto carino, senza yogurtiera, ottima alternativa a quello di Gennarino con la lampadina.
Penso che avremo modo di parlarne più a fondo.

Cri ha detto...

Ciao Piero ...
da gran consumatrice di yogurt e soprattutto produttrice, devo dire che la Yogurtiera ne facilita la produzione. Ho anche fatto un rapidissimo calcolo, contando di rientrare nell'investimento dell'acquisto in 2 soli mesi ...
sono affamata di ricette!!

Luciano ha detto...

Caro Piero, grazie.
Il blog è bello, pulito (l'igiene, eh!!) e molto interessante. Devi pure essere bravino se riesci a posizionarlo così in alto nel mare magnum della Rete (da Google scripsi: "farsi lo yogurt" e poi... mi son sentito fortunato...). Che dire: grazie ancora, continua a scrivere e non lasciarci soli nelle fauci del drago. Inserito "ovosodo" nei miei preferiti.

Piero ha detto...

Ciao Luciano, grazie della segnalazione, non avevo pensato al posizionamento.
Sono nuovo della blogsfera, e sto semplicemente mettendo in ordine gli appunti che prima facevo su carta con esiti disordinati e poco fruibili da noi stessi.
Questa sera mia figlia metterà in macchina un Banana Bread pronto per la colazione di domattina guardando gli appunti su internet, quelli miei su carta non si trovavano mai quando servivano :-)