domenica 26 agosto 2007

Banana Bread semidolce leggero

E' un pane molto diffuso negli Stati Uniti, ed è diventato un'icona australiana, Wikipedia lo spiega in sintesi.

La dimensione del fenomeno ce la da Google: oggi ha trovato 18.200 "pane di altamura", 30.500 "pane toscano", 1.060.000 "banana bread". Era inevitabile che lo provassi :-)

Probabilmente da noi c'è chi lo ama e chi lo odia, a gusto mio e dei figli è buonissimo, con il suo sapore per noi insolito, un po' esotico, eccellente a colazione con un velo di miele, o di confettura, o per accompagnare nocciole, mandorle o noci appena sgusciate, con i fichi secchi... adesso basta, la bava non fa bene alla tastiera :-)

E' facile immaginare come ne esistano mille e più versioni, di solito si usa il lievito chimico ma io preferisco il lievito di birra. Per la mia "versione base" ho scelto una preparazione leggera: senza uova, senza burro, senza lievito chimico, zucchero quanto basta per una via di mezzo fra un pane e un dolce. Ecco la ricetta, mettere nella vaschetta nell'ordine:

  • 310 grammi di latte. Se si usa il timer ritardato conviene usare 270 grammi di acqua e mettere 40 grammi di latte scremato in polvere sopra la farina.
  • 2 banane medio-grandi (non le ho pesate e me ne pento) molto mature, vanno benissimo quelle con la buccia nera purchè siano sane dentro.
    Spiaccicare le banane con la mano, facendo fuoriuscire "la pappa" dalle dita strette.
  • 100 grammi di zucchero.
  • 800 grammi di farina manitoba.
  • 6 grammi di sale, in un angolo della vaschetta.
  • 25 grammi di lievito di birra, sbriciolati nell'angolo opposto al sale.
Si può fare una versione "neutra" invece che semidolce, mettendo 20 grammi di sale (invece di 6) e 30 grammi di zucchero (invece di 100).

Programma "Francese Veloce" (il n. 2 più la clessidra nella BM3983), oppure programma "Francese", oppure "Standard", oppure prova quello che vuoi e se ti riesce bene fammelo sapere!

A 10 minuti dall'inizio della fase di cottura l'impasto era lievitato poco, poi ha dato il meglio di sé in cottura. Esaminando con attenzione la foto in alto a sinistra si può capire l'evoluzione della cupola.

Alla versione base si possono operare molte varianti, sostituendo parte del latte con acqua o uova, usando burro invece di olio, aggiungendo miele, nocciole, pezzi di cioccolato, frutta disidratata o candita, e tutto quello che hanno già provato in rete.

2 commenti:

Francesca ha detto...

condivido la scelta di fare questo pane in versione leggera e semidolce.

O.T.: sto cercando di scaricare il tuo ricettario del pane aggiornato (il MIO PANE) ma non ci rieso, il file si blocca. Puoi aiutarmi? Magari me lo puoi mandare per email? Grazie!

Cri ha detto...

mi procuro le banane e lo provo!!!
Anche io ho MdP, Yogurtiera ... e mi sto sbizzarrendo ... :)

Complimentoni per il blog !!
Cristina