martedì 26 febbraio 2008

Vollkornbrot con miscela Rieper e tecnica del poolish in "atto unico"

Già da sole farine e miscele Rieper sono buone, in più la lievitazione con il poolish dona un ulteriore sapore particolarmente gradevole.

La tecnica in atto unico rende il tutto semplice da fare, e dedicandovi poco tempo regala risultati eccellenti. Impostando il pane alla sera, alla mattina il risveglio è accompagnato da quel profumo delizioso che preferisci andare in cucina invece di sonnecchiare ancora un po'.

Nella vaschetta della MdP mettere:

  • 320 grammi di acqua di rubinetto stiepidita.
  • 10 grammi di miele d'acacia, o 6 grammi di zucchero.
  • Una bustina di lievito di birra disidratato (Lidl, Mastro Fornaio, ecc.), oppure mezzo cubetto di lievito di birra fresco sbriciolato.
  • 320 grammi di miscela Vollkornbrot Rieper.
  • Avviare un programma che impasta, per circa 5-10 minuti, fino a miscelare ed amalgamare il tutto.
  • Aggiungere sopra a tutto 180 grammi di miscela Vollkornbrot Rieper, non mescolare.
  • Programmare il timer della macchina del pane in modo da far partire il programma "Integrale Veloce" (n. 3 più clessidra nella BM3983) dopo una pausa di alcune ore (da 4 a 8 ore vanno vene).
Il pane è venuto carino, con quello che chiamo "ciuffo alla Elvis", segno di un ultimo sforzo di lievitazione all'inizio della cottura

3 commenti:

Cristina ha detto...

mmmm ....
sembra ottimo!
Ho provato la lievitazione con poolish in atto unico, e il pane viene davvero piu' buono! Mille grazie .. :))

Piero ha detto...

Cristina, grazie a te e complimenti per il tuo esordio!

Uno che non ha mai provato non ci pensa, ma usando il poolish o altri tipi di pre-fermentazione "spinta" la differenza è ben percepibile, e a noi piace.

Fr4m3 ha detto...

Ho scoperto il tuo sito stamattina, non c'è che dire che sia OTTIMAMENTE FATTO!
L'ho scoperto perchè stavo cercando informazioni sulle mdp, avrei un paio di domande da porti, ho notato che a mio padre da problemi il lievito di birra oltre ad aver un'intolleranza forte da lattosio, da quel che ho potuto capire le altre panificazioni danno meno problemi dal punto di vista digestivo, è così?
La seconda riguarda più la mdp, mi chiedevo se forma a parte la crosta che si crea è in tutto e per tutto simile a quella del pan carrè quello del forno non quello del mulino tanto per capirsi.
Grazie e ancora complimenti!